Meglio Linux o Windows ?

Meglio Linux o Windows ?
Meglio Linux o Windows ?

Meglio Linux o Windows ?

Chi scrivere questo articolo ha una profonda conoscenza informatica e una sufficiente conoscenza di Linux per poter rispondere in maniera esaustiva.

Chi pone una domanda come questa, probabilmente conosce bene Windows, ma è tentato da qualcosa di nuovo e stimolante, forse migliore ? Vediamo …

Perchè scegliere Linux ?

Il sistema operativo Linux è gratuito e questa è la sua più grande virtù. Il fatto di poterlo modificare a piacimento e il fatto che nessuno ne è proprietario, ha dato vita ha una infinità di “distro”. Le distro Linux sono svariate decine, ognuna delle quali è dedicata ad un uso specifico.

Le distro Linux

Le distro Linux (o Distribuzioni) sono talmente tante da perdersi. Si rimane sempre nel dubbio se si è scelto quella giusta. Fortunatamente esiste questo servizio che vi aiuta a scegliere. Ne esistono di simili a Windows, altre che stanno su una chiavetta, altre che funzionano anche su computer vecchissimi, altre che fanno funzionare macchine automatiche industriali, altre che fungono da server o super server. Ce ne è per tutti i gusti.

Il fatto di essere gratis mi spinge a consigliarvi di provare Linux. E’ una esperienza giusta da fare. E fa un poco figo dire: “io uso Linux”.

Ho scelto la distro Linux, ora che faccio ?

Ora, seguendo le istruzioni o il wizard, lo installate nel PC che avete scelto per lui. Appena l’installazione si sarà conclusa potrete provare il vostro nuovissimo sistema operativo. Ora potete uscire e dire a tutti: “io uso Linux”.

Sono un figo ?

No. La maggior parte delle persone, me compreso, ha installato Linux svariate volte poi è sempre tornato a Windows. Altre persone hanno più di un PC e in questo caso ne tengono uno a Linux, ma non lo usano mai. Linux può utilizzare software Windows attraverso programmi di emulazione, ma se dovete usare Linux per far girare software Windows vi consiglio di tenere Windows. Linux ha delle differenze rispetto al buon Windows a cui siete abituati, e per questo fatto la vostra “produttività” ne risentirà. Troverete per Linux software di ogni tipo, gratuito e spesso anche di qualità, ma raramente migliore di Windows.

Quindi chi usa Linux ?

Linux lo usa chi ha necessità di modificare il sistema operativo per renderlo inusuale ai pirati informatici, in questo modo un pirata informatico ha vita difficile nell’attacco di un sistema Linux personalizzato, perchè semplicemente non lo conosce. Molto spesso si usa Linux su server Internet un pò anche per questo motivo. Viene usato molto anche su sistemi di controllo per macchine automatiche, in questo modo si può adattare il sistema operativo ad adattarsi al perfetto scopo richiesto dalla macchina automatica stessa. E’ usato dai pirati informatici, perchè è più facile trovare software per nascondersi.

A chi consigli Linux ?

Io consiglio Linux ai programmatori di professione per poterlo adattare allo scopo richiesto. Lo consiglio a chi non vuole spendere denaro per comprare software. Lo consiglio a chi odia particolarmente Windows. Lo consiglio a chi vuole ridare vita a un computer obsoleto.

A chi sconsigli Linux ?

Sconsiglio Linux a chi pensa che sia migliore di Windows. Sconsiglio Linux a chi pensa di fare il “figo”. Sconsiglio Linux a chi pensa di migliorare la propria produttività. Sconsiglio Linux a chi pensa di trovare software gratis di qualità.

Come climatizzare il Camper ?

Come climatizzare il Camper ?

Come climatizzare il Camper ?
Come climatizzare il Camper ?

Chi scrive questo articolo è camperista da 24 anni e questa domanda me la sono fatta più volte. Ormai molti Camper hanno il climatizzatore nella cabina di guida, ma potrà essere utilizzato solo durante la marcia. Ma quello che vogliamo noi Camperisti, è raffreddare l’abitacolo quando siamo campeggiati !

Per climatizzare un Camper ci sono 5 modi:

  • Classico climatizzatore da camper
  • Climatizzatore domestico adattato
  • Climatizzatore evaporativo
  • Ventilazione
  • Ombreggiatura

Quale raffreddamento per il camper è migliore ?

Adesso con calma vi spiego tutte le modalità di raffreddamento dell’abitacolo del camper. Le ho provate tutte e vi posso spiegare tutti i pregi e i difetti. Al termine saprete quale sistema di climatizzazione è il migliore per il vostro stile di vita con il camper.

Il classico climatizzatore da camper

Questo è il più costoso. Si tratta di un climatizzatore della stessa tecnologia di quelli da appartamento. Viene solitamente fissato sul tetto del camper praticando una apertura per l’aria o utilizzando un oblò già esistente. E’ sicuramente efficace e potrà far scendere la temperatura dell’abitacolo anche di oltre 8 gradi rispetto all’esterno e inoltre abbassa notevolmente l’umidità interna. E’ il più rumoroso e necessità di parecchia energia. Se avete un generatore ausiliare a benzina forse potrete utilizzarlo, altrimenti dovrete necessariamente avere un allacciamento a una presa 220V. Purtroppo alcuni campeggi non erogano sufficiente potenza dalle prese a 220 e rischiate di non poterlo utilizzare. Scordatevi di avere la possibilità di alimentarlo con i pannelli solari, perchè non sono sufficienti. Per installare un climatizzatore da Camper occorre spendere cifre oltre 2000 euro.

Climatizzatore domestico adattato

Questo sistema è un po fai date. Occorre comprare un climatizzatore portatile da appartamento e tenerlo da qualche parte dentro al Camper. La posizione migliore è sul sedile anteriore accanto al finestrino. Occorre mantenere il vetro a metà e creare una sagoma in legno per chiudere il varco aperto. Nella sagoma di legno bisogna fare un buco per far passare il tubo dell’aria calda da espellere all’esterno. Serve inoltre un passaggio per far passare il tubicino per scaricare l’acqua dell’umidità: almeno 1 litro al giorno. Questa soluzione è molto più economica della precedente e ve la cavate con cifre da 300 a 500 euro. Se trovate un climatizzatore portatile da non oltre 7500btu lo riuscirete ad alimentare da qualsiasi presa di un campeggio, anche se eroga poca potenza. E’ una soluzione rumorosa e purtroppo poco efficace, infatti il tubo di espulsione dell’aria calda scalda non poco l’interno. Tutta, via questa soluzione permette di soggiornare in un Camper anche se sotto al sole, ma dentro fa comunque caldo. Devo segnalare che i climatizzatori da appartamento non sono progettati per essere trasportati in Camper, infatti le continue vibrazioni dei KM possono provocare la rottura di qualche tubicino in rame all’interno rendendolo non funzionante e irreparable.

Il climatizzatore evaporativo

Questa soluzione abbastanza moderna e di moda sembra sulla carta bella, relativamente economica ed efficace, ma non è così. Il climatizzatore evaporativo ha il vantaggio di consumare poco e può essere azionato anche a batterie. Emette un silenzioso flusso di aria umida e di qualche grado più bassa di quella ambientale e piacevole sulla pelle, ma purtroppo non abbassa la temperatura interna dell’abitacolo. Appena lo spegnete il caldo torna subito a farsi sentire, inoltre aumenta l’umidità all’interno. Una installazione può costare anche 1000euro. Se usato a finestre chiuse l’umidità interna aumenta troppo, meglio usarlo a finestre aperte, ma perde di efficacia raffreddante.

Ventilazione

Economica, silenziosa e consuma pochissimo. Non abbassa la temperatura interna, ma può cambiare tutta l’aria del camper in pochi minuti. Va usata nel modo giusto però: per la massima efficacia ce ne vorrebbero 2 sul tetto, uno all’inizio del camper e uno in coda. Entrambi vanno azionati in modalità aspirazione, e cioè devono succhiare l’aria interna e spingerla fuori verso l’alto. In questo modo infatti, l’aria calda (che sale sempre verso l’alto per principio fisico), viene espulsa e costringe altra aria ad entrare all’interno aspirandola da basso. Dovete tenere le finestre chiuse lasciando aperte le griglie di areazione in basso, solitamente dove c’è la porta di ingresso. Azionate a tutta velocità si può sopravvivere anche sotto al sole, per via del leggero flusso d’aria che si crea all’interno.

Ombreggiatura

Ovviamente questa è la soluzione più economica. Non è banale ombreggiare, ma nemmeno facile. Un camper all’ombra fa la differenza. Anche un telone ben fissato può essere utile, ma il massimo lo si ottiene dalle chiome degli alberi. Quando parcheggiate fate attenzione a dove verrà l’ombra e date priorità alla veranda. Dovete ombreggiare la veranda nelle ore più calde, è li che sopravviverete.

Il consiglio dettato dall’esperienza:

Non ho dubbi sul mio consiglio. Di gran lunga io consiglio l’installazione di 2 ventole sul tetto, utilizzate come ho spiegato sopra. Potrete usarle di notte e di giorno, fanno poco rumore e si possono usare a batteria e con i pannelli solari. Se poi abbinate ombra e ventole assieme, siete a posto e di notte vi dovete coprire !

Sconsiglio totalmente il climatizzatore evaporativo: non lo trovo efficace e vi ritroverete ad installare le ventole ugualmente e a quel punto non lo utilizzerete più.

Per quanto riguarda i climatizzatori classici, devo constatare che sono poco pratici nella vita da camper. Anche se siete fortunati da permettervi il loro prezzo, ritengo che rischiate di non essere pienamente soddisfatti.

Motore magnetico: fake o realtà ?

Motore magnetico: fake o realtà ? Possibile ?

Centinaia di articoli sparsi per il web e centinaia di video, tutti esposti in diverse lingue, ma ancora non si è capito se qualcuno ci è riuscito o se tutte le sperimentazioni sono fasulle. Ho letto tanti articoli, ho visto tanti video e ho sperimentato di persona e posso garantire una certa conoscenza della questione. Farò chiarezza per tutti. Questa aspirata free energy sta a cuore a tutti.

Partiamo dalle leggi della fisica: quelle che tutti sappiamo.

Quello che ci hanno sempre insegnato in fisica è che tutto è governato da delle leggi alle quali non si può sfuggire. Stando a queste leggi, una in particolare è il primo principio della termodinamica o principio di conservazione dell’energia, stabilisce che nulla si crea e nulla si distruggema tutto si trasforma, ovvero che l’energia cambia di forma ma si conserva sempre. Stando a questa legge il motore magnetico non DEVE funzionare.

Cos’è il motore magnetico

Il motore magnetico è (o meglio sarebbe) un motore in grado di generare del moto, semlicemente utilizzando la forza dei magneti permanenti disposti in alcuni punti strategici del motore stesso. Nella foto sotto possiamo vedere una piccola panoramica della moltitudine di esperimenti fatti:

Motore magnetico: fake o realtà ?
Alcuni fra i tanti esperimenti sui motori magnetici

Se si riuscisse a sviluppare un motore del genere, sarebbe una scoperta rivoluzionaria, tale da cambiare il mondo. Potrebbe generare energia pulita a impatto ambientale zero. Sarebbe fantastico.

Quindi, se tanti ci hanno provato e la fisica dice che è impossibile … è fake ?

L’ esperienza pratica vissuta personalmente dice FAKE, le conoscenze di fisica dicono FAKE, il fatto che nessuno ci sia ancora riuscito dice FAKE. La coerenza dice FAKE.

Tuttavia …

Tuttavia c’è un però: Il motore magnetico tra il FAKE e la realtà

L’esperienza pratica vissuta personalmente, potrebbe essere stata soggetta a incapacità ed a errori. Le leggi della fisica potrebbero non essere del tutto esatte. E nessuno ci è riuscito solo perchè è difficile e incoerente realizzare un motore magnetico. Difficile ma forse non impossibile.

Le leggi della fisica potrebbero non essere del tutto esatte

Questo è il punto su cui insistere per provare a realizzare un motore magnetico. Sappiamo tutti che l’energia non si crea e non si distrugge, ma si trasforma: può passare da energia chimica a cinetica, da cinetica a elettrica, da elettrica a termica, da termica a chimica, ecc, ecc fino a raggiungere un equilibrio e una quiete. Poi serve altra energia per innescare di nuovo tutto un processo di trasformazione da cui noi otteniamo l’energia che ci occorre fino all’equilibrio successivo. E’ sempre così. Non possiamo produrre energia in più, possiamo solo trasformarla e, se siamo veramente bravi, possiamo eventualmente pensare di trasformarla tutta. Ad esempio: la benzina (energia chimica), quando esplode nei pistoni di un motore, diventa energia cinetica che viene poi trasmessa alle ruote, ma nel processo di trasformazione sprechiamo tutta l’energia termica della combustione e tutti gli attriti conseguenti a alla trasmissione meccanica dell’energia cinetica. Le leggi della fisica sono esatte e lo sono anche per un motore magnetico, ma qui c’è in gioco un dettaglio che fa fantasticare le menti più geniali e bizzarre.

Il dettaglio magnetico: un flusso costante, esistente e potente

Chi pensa di poter costruire un motore magnetico si basa sul concetto di poter utilizzare il flusso magnetico di un magnete per spostare un altro magnete fissato su di un rotore, in modo da rompere un equilibrio, a questo punto i magneti dell’ ipotetico rotore cercherebbero un equilibrio facendo girare il rotore che con il suo movimento romperebbe un altro equilibrio e così via, all’infinito, generando un moto perpetuo. Essendo i mangeti potenti, si può immaginare di spostare un rotore massiccio generando una forza cinetica tale da muovere un alternatore per la produzione di energia elettrica. In pratica trasformiamo l’energia attrattiva magnetica (energia potenziale?) in energia cinetica e infine in energia elettrica sprecando un pò di energia termica negli attriti. In questo modo le leggi della fisica sembrano sistemate. Rimane solo un fattore da risolvere:

Perchè non c’è mai riuscito nessuno ?

Perchè è molto difficile (se non vogliamo dire impossibile). In tutti i progetti e esperimenti già visti e provati, la forza gravitazionale è a volte usata come alleata e a volte è di intralcio. Si raggiunge sempre l’equilibrio. Ho visto idee geniali per provare a rompere all’infinito l’equilibrio, ma prima o poi lo si raggiunge nuovamente e tutto si ferma. C’è chi sostiene che alcuni disegni sui cerchi nel grano (se non sono fake anche quelli) raffigurano proprio un progetto di motore magnetico. Questo è tutto vero: cerchio nel grano fake o no, il progetto è stato realizzato, ma funziona solo in un simulatore su di un computer, ma purtroppo quando è stato realizzato dal vero si è fermato in equilibrio. L’idea per mantenere fuori sincronismo i magneti con il rotore potrebbe anche esistere e con estrema precisione si potrebbe construire un motore magnetico a moto perpetuo. Ma…

Ma…

Qui arriva il punto dolente, forse insormontabile: qualora riuscissimo a trovare un disequilibrio per far ruotare un motore magnetico all’infinito, non servirebbe a nulla se non ha la forza per compiere una azione. Se gira e basta non serve. Se facciamo girare un alternatore a vuoto (e cioè senza nessun carico elettrico attaccato) è più morbido e fluido, ma nel momento in cui attacchiamo un carico qualsiasi occorre più forza per muoverlo. Quindi, se attaccassimo a un motore magnetico in delicato disequilibrio un alternatore con collegato un carico elettrico, che fine farebbe il motore magnetico ? Inizierebbe a rallentare fino a fermarsi.

Coclusione:

Si. Tutto fake per ora. Al momento non esiste nessun motore magnetico che possa produrre energia perpetua per il semplice fatto che per evitare l’equilibrio delle forze magnetiche in gioco dobbiamo spendere più energia di quella che stiamo producendo. Però… ragionando in astratto, a occhi chiusi, non vi sembra che sia fattibile ? Che ne dite voi?

SunBrain project, come aumentare il carisma, l’intelligenza, il fascino, l’astuzia…

potenziare carisma fascino intelligenza
Come aumentare il carisma, l’intelligenza, il fascino, l’astuzia…

Se tu potessi prendere un vantaggio sugli altri, lo faresti ?

Tutti noi se potessimo prendere un vantaggio sugli altri in maniera onesta, lo faremmo. Stiamo parlando di un vantaggio cerebrale. Leggiamo assieme…

Il vento solare

Il progetto SunBrain parte dal vento solare. Il vento solare è il flusso di particelle emesso dal sole. E’ un flusso continnuo che varia in intensità e velocità. Influenza ogni cosa sulla terra, interferendo con il campo magnetico terrestre. Interferisci con piante, animali e circuiti elettronici.

Perchè prenderei un vantaggio ?

Se il vento solare influenza ogni cosa, influenza anche te e ognuno di noi. Ognuno in modo diverso, con le sue debolezze e virtù. Può influenzare in meglio o in peggio e non sappiamo come.

Il progetto SunBrain mira a capire in che modo il vento solare ci influenza e mira a dirci in anticipo in quale momento siamo influenzati al meglio.

Fantascienza ?

  • No.
  • Basterebbe avere un satellite vicino al sole che ci trasmetta in aticipo di qualche minuto che tipo di vento solsre sta arrivando. E lo abbiamo.
  • Basterebbe avere un dispositivo sempre con noi che riceva i dati da questo satellite. E lo abbiamo.
  • Basterebbe un software o APP che faccia per noi i calcoli necessari e ci dica in anticipo quando arriva il vento giusto per noi. E lo abbiamo.

Scienza ?

Non ancora. Ma scaricando la App per Android possiamo cominciare a sperimentare e provare. La teoria potrebbe essere giusta e se lo sarà, allora sarà scienza.

Che vantaggio potrei avere ?

Aumentare carisma, intelligenza, fascino, astuzia solo solo alcuni dei vantaggi

Astuzia, intelligenza, carisma, fascino e chissà quanto altro ! La teoria prevede di capire i dati del vento solare nel preciso momento in cui noi ci sentiamo in un momento particolarmente “potenziato”. Quando il satellite capta lo stesso tipo di vento solare in arrivo, l’ APP ci avvisa tra quanti minuti arriverà quel tipo preciso di vento solare per trarne tutti i benefici. Di fatto, da come mi sembra di capire, non c’è un vero aumento di queste qualità, ma c’è una informazione che ci dice quando noi saremo più influenzati a dare il meglio in quella determinata qualità. Diciamo che se dovete esercitare carisma, fareste meglio a farlo quando il vento solare è nelle giuste condizioni per voi.

Funziona ?

Il progetto è appena iniziato e c’è chi sta già provando. Installando l’APP puoi diventare ricercatore anche tu. Se funziona, io ancora non lo so. A breve l’APP la compro, in questo modo posso approfondire la questione.

Comunque, ho indagato su questo progetto e ho accertato che il satellite esiste: ed è questo. Comprerò l’APP appena ho il tempo di dedicarci tempo, poi completerò questo articolo con la mia esperienza personale.

Documentario sunbrain project

Come vincere a FIFA 20

Come vincere a FIFA
Come vincere a FIFA

Come vincere a FIFA 20 ?

Chi scrive questo articolo è sviluppatore di videogames, non di professione, ma comunque di esperienza ventennale e quindi conosce la materia.

Il videgames di EA sports: FIFA appunto, è forse il più bel gioco di calcio del mondo. E’ bello da vedere, bello da giocare, da soddisfazione e fa arrabbiare. Per spiegare come vincere a FIFA però, devo spiegare prima come è strutturato.

FIFA 20 e il momentum: tutto vero ?

Quando iniziamo a giocare a FIFA, anche se è la prima volta, riusciamo comunque a giocare benino, facciamo delle belle azioni, riusciamo a contrastare e a fare anche gol. Agli occhi di uno sviluppatore di videogames, ma anche a semplici appassionati, non sfugge che l’algoritmo alla base del gioco di EA sports, svolga un ruolo fondamentale.

L’Algoritmo di FIFA 20

Il geniale algoritmo di FIFA registra quante volte giocate, vi osserva e carpisce il vostro modo di giocare. FIFA riesce a determinare il vostro livello di bravuta e vi aiuta per farvi divertire. Lo scopo è solo farvi divertire stuzzicando le vostre emozioni e lo fa dannatamente bene.

Più giocate e più l’algoritmo si aspetta che voi miglioriate, si aspetta che i passaggi siino precisi in direzione e potenza, si aspetta che muoviate i giocatori nelle posizioni opportune e si aspetta che facciate i passaggi e i tiri come la CPU prevede. Più la CPU si aspetta da voi bravura e meno vi aiuta, più si aspetta negligenza e più vi aiuta. Il risultato è che un neofita potrebbe battere un veterano.

Quindi FIFA interviene nei controlli del gamepad ?

Ebbene si. La CPU corregge le traiettorie del pallone, corregge la forza dei passaggi in modo da far arrivare il pallone nel posto giusto per innescare l’animazione voluta. Il risultato è che voi vi illudete di essere bravi, ma è la CPU che probabilmente vi sta aiutando. Se la CPU si accorge che non state giocando bene, vi aiuta correggendo traiettorie, forza, posizionamento, tiro, ecc, ma se secondo i suoi calcoli voi dovreste essere abbastanza bravi da far da soli, allora nonostate il bel gioco (procurato dagli aiuti) non farete gol. Il risultato sarà in tantissimi tiri in porta, pali, traverse, parate strepitose e al primo contropiede prenderete goal.

Quindi non si vince mai ?

NO, si vince, ma ve lo dovete guadagnare. A FIFA vince chi gioca meglio rispetto alle aspettative che la CPU ha su di voi. Se siete neofiti e riuscite a fare qualche passaggio azzeccato, vi aiuterà a far goal. Se dovreste essere esperti, ma siete imprecisi e non giocate bene vi penalizzerà. Dovete imparare ha essere voi a direzionare in maniera perfetta il pallone, ha dare la giusta forza, ha passare al giocatore giusto, ha contrastare gli avversari, ha marcare l’avversario. La CPU ricorda ogni regalo immeritato che vi fa e alla fine della partita sconterete tutto.

Come giocare bene ?

Non abbiate fretta di arrivare al goal. Marcate e contrastate l’avversario, passate il pallone al giocatore che la CPU si aspetta. Dosate bene la forza e la traiettoria sia nei passaggi che nel tiro. Se sbagliate troppi goal probabilmente state giocando di fretta sfruttando l’aiuto della CPU per fare belle azioni e la CPU non vi farà segnare.

Il famoso “momentum” esiste, ma esiste con il solo scopo di poter far competere assieme esperti e neofiti e farli divertire entrambi. Al termine della partita non vincerà il migliore trai due (sempre il giocatore esperto quindi), ma vincerà chi ha giocato meglio rispetto al suo livello di esperienza.

Provo a spiegare in pratica il momentum di FIFA 20

  • PAOLO ha una esperienza di 4 partite e gioca contro MARIO che ha una esperienza di 50 partite. Chi vincerà ? Mario si penserebbe ! Ma non è così:
  • Se PAOLO con 4 partite di esperienza gioca come uno che ha 5 (o più) partite di esperienza, vincerà contro MARIO, se MARIO con 50 partite di esperienza gioca come uno che ha 49 (o meno) parite di esperienza.

Spero di assere stato chiaro e concludo dicendo che a FIFA 20 non vince il più bravo! Vince il più meritevole e il “momentum” che aiuta e penalizza, serve proprio a questo ! Forse è giusto così ! FIFA 20 è un bel gioco !

Meglio Apple Mac o Microsoft Window ?

Apple vs Microsoft
Apple vs Microsoft

Meglio Apple Mac o Window ?

Chi scrive questo articolo fa assistenza ad entrambe queste macchine, quindi è competente in materia. In questo articolo farò chiarezza una volta per tutte, sulle differenze che caratterizzano questi due colossi informatici.

Voglio un computer che non dia problemi ?

Questa è una frase tipica di chi comprerebbe un MAC. Nell’immaginario collettivo si attribuisce alle macchine Apple la perfezione assoluta, mentre a Window si attribuisce inaffidabilità e guai. Ma non è così.

Perchè si dice che Windows è inaffidabile ?

Chi compra un computer Windows spesso lo usa per ogni scopo:

  • ci installa software non originale o scaricato da internet dove capita.
  • vuole usare programmi obsoleti di diversi anni fa.
  • disinstalla l’antivirus di Microsoft e ne mette uno gratuito di dubbia qualità.
  • naviga in ogni tipo si sito, da quelli sicuri a quelli più ambigui e malfamati.
  • vuole giocarci, magari con giochi pirati
  • ci collega dispositivi esterni come: stampanti, gamepad, memorie, monitor, mouse e ogni accessorio delle marche più disparate possibili.
  • vuole spendere poco.
  • dopo tutto questo, pretende che tutto vada per il meglio.

Chi compra un computer Apple spesso lo usa solo così:

  • Installa software solo originale certificato.
  • Usa solo programmi moderni
  • Mantiene l’antivirus fornito da Apple
  • Fa attenzione a non navigare in siti malfamati.
  • Non gioca o se lo fa usa giochetti originali.
  • Ci collega solo accessori Apple.
  • E’ disposto a spendere molto.
  • Nonostante tutto questo, gli capitano guai anche a lui.

Quindi è meglio Windows ?

Le due marche si devono confrontare usando lo stesso metro:

  • A parità di prezzo, un computer Windows è più performante.
  • Se usate solo software originale, trovate più scelta per Windows.
  • Se siete in difficoltà troverete su Internet più consigli per Windows
  • Se volete giocare vi divertirete di più con Windows per la straordinaria immensità di giochi di ogni prezzo e genere.
  • Chi ha un Apple si sente più “figo” rispetto a chi ha Windows.
  • Se utilizzate l’antivirus di proprietà (Microsoft o Apple) sarete sicuri allo stesso modo.
  • Se fate attenzione ai siti in cui navigate non avrete problemi con entrambi.

Quindi scelgo Apple MAC o Windows ?

Io vi consiglio Windows.

Chi dovrebbe comprare Apple MAC ?

Chi vuole un computer alla moda o qualcosa da vantare per il suo prezzo. L’acquirente di Apple MAC spesso usa poco il computer. Lo tiene in un cassetto e lo fa invecchiare (in fretta) li dentro.