Algoritmo B4 verso il calcolo del futuro

 

Algoritmo B4 verso il calcolo del futuro

L’algoritmo B4 è il risultato della ricerca sperimentale descritta a questo link. In relatà l’esperimento per la ricerca di una formula generale per il calcolo del futuro è fallita (o meglio rassegnata), tuttavia non tutto è andato perduto. La formula pseudocasuale in questione è stata trovata dopo pochi mesi, è imprecisa e incompleta, ma è l’unica che ha dato risultati soddisfacenti. Da questa formula o meglio algoritmo è emerso come il calcolo del futuro sembra influenzato solo da 4 fattori: energia, massa, tempo, spazio (da quì il nome B4 ovvero Base4). Questi 4 fattori si combinano tra loro e generano eventi micro o macro che a loro volta generano altri eventi macro o micro e il ciclo si ripete all’infinito trasformando il futuro in presente e poi in passato. Conoscendo un evento possiamo quindi calcolare quello successivo in teoria all’infinito (se abbiamo abbastanza potenza di calcolo). E adesso calcoliamo: Abbiamo detto che basta sapere 4 fattori: energia, massa, tempo, spazio per calcolare il futuro, ma procurarseli può essere difficile. In nostro aiuto arriva l’algoritmo Base 4. L’algoritmo B4 trasforma parole, situazioni e considerazioni in numeri scorporandoli in quelli che sono i 4 fattori di base. Questa trasformazione è la parte incompleta e quella che genera più errori. Per far funzionare l’algoritmo B4 dobbiamo porre il nostro quesito descrivendolo con 4 parole, poi dobbiamo indicare 4 elementi che possono influenzare il risultato. Non ci capisco nulla !!! E’ normale capirci poco, è come voler capire un manuale di uncinetto a punto e croce senza provarlo in pratica. Proviamolo: Scarichiamo questa APP gratis (al momento l’APP è in attesa di aggiornamento e non è disponibile), seguiamo i passi facilitati per l’immisione dei dati e facciamo lavorare l’algoritmo Base 4. I dati vengono inviati al server che ospita la formula e il risultato arriva sul vostro dispositivo pronto da leggerlo. Facile facile. algoritmo B4 verso il calcolo del futuro Non capisco la risposta ! La risposta dell’algoritmo B4 è generata matematicamente e va interpretata, ma non temete è solo questione di esperienza e dopo alcune letture sarà più facile. L’algoritmo B4 per ora non può prevedere il futuro in maniera certa, manca ancora qualcosa … ma ci da ragionevolmente vicino. Se mettere le parole e i dati giusti e appropriati la sorprendente formula centrerà la questione con un buon 75% e genererà una sibilla che vi potrebbe stupire. La teoria frattale: Tutto il discorso sopra sposa in maniera adeguata quello della teoria frattale dell’universo, dove tutto ciò che avviene è una conseguenza di eventi tutti imbrigliati dalle medesime regole. Che tutto si evolva sempre alla stessa maniera “frattale” lo vediamo in tutte le cose: pensiamo a come gli atomi e gli elettroni assomiglino ad un sistema solare, a come i rami piccoli crescono su quelli più gradi e come le venature cescono nelle foglie, alle cellule, mollecole, l’acqua e il discorso è talmente lungo che mi fermo quì (ma voi potete leggere qui ad esempio). L’ APP e l’algoritmo Base 4 non hanno la pretesa di aver scoperto la più importante legge matematica dell’universo, ovvero la formula del futuro, ma è qualcosa che va sicuramente in quella direzione e non va sottovalutata. Ricordate: solo da una idea visionaria si possono raggiungere obietttivi folli. F.A.Q. L’algoritmo Base4 può quindi prevedere il futuro ? Bè … se i dati inseriti sono giusti e precisi e l’algoritmo completo forse si. Purtroppo senza un aiuto (e qui serve l’ APP) inserire i dati non è semplice e inoltre l’algoritmo B4 non è completo. Pertanto la previsione si ferma a una stima del 75%. Mica male però ! E se fosse tutta una cavolata ? Può essere anche una cavolata, in tal caso inutile continuare a leggere. Era una cavolata anche pensare che era la terra a girare intorno al sole e non viceversa. Ma la APP è gratis ? Si, ma per utilizzare tutti gli elementi comparativi bisogna pagare una piccola cifra. Non è detto che per le vostre richieste vi servano tutti gli elementi. Purtroppo a questo mondo c’è poca roba gratis. Non capisco le risposte ! Normale. Le risposte sono generate da un algoritmo matematico, poi vengono trasformate in parole per fare capire agli umani il significato dei numeri risultanti. Ci vuole un poco di pratica per comprendere il significato, ma in molti ci riescono (non tutti però). Quanto mi posso fidare della risposta ottenuta ? Valutate voi. L’algoritmo B4 non è il vangelo. Prendetelo come un suggerimento e non come una certezza, poichè certezza non è. Oltre al futuro posso chiedere altre cose ? Certo ! Tutto quello che vuoi ! L’importante è utilizzare le parole adeguate e i comparativi giusti. Come faccio a sapere quali sono le parole giuste e i comparativi giusti ? Giusta domanda ! Puoi fare così: chiudi gli occhi e immagina di dover capire una domanda da sole 4 parole e che 4 elementi (su una scelta di 16) influiscono la risposta. Questi sono i dati da usare con l’algoritmo Base4. Costa troppo comprare tutti i comparativi !!! Ci spiace davvero, sappiamo che diminuire il prezzo porterebbe più clienti e forse più guadagno, ma al momento pare impossibile farlo. Non ci sembra il caso di spiegare quì le motivazioni, ma non possiamo nemmeno fare uno strappo alla regola poichè non supererebbe i controlli di Google sull’acquisto. Puoi sempre accontentarti dei 12 elementi comparativi gratuiti.

Software per leggere il pensiero


CHE, ma siamo pazzi ? Un software per leggere il pensiero ?


Può un software leggere il pensiero ? Non diamo per scontato un no ! Esiste un software per leggere il pensiero, che opportunamente parametrizzato può “quasi” riuscirci.

Che significa “quasi” ? Significa che il software per leggere il pensiero interpreta le informazioni fornite per restituire lo stato mentale di una persona osservata. Significa che il software per leggere il pensiero per la precisione può indicare quali sentimenti, quali emozioni e che stati d’animo passimo per la mente della persona in oggetto. Potremmo capire se piaciamo a quella persona, o se è a disagio o se sta pensando a qualcuno o semplicemente se a fame, sete, ecc.ecc.

Come si fa e dove trovo l’algoritmo ? L’algoritmo è sul sito: www.psinto.net (NO: da Marzo 2013 PSInto risiede in questo sito) Purtroppo si paga una iscrizione per utilizzarlo, ma noi lo abbiamo fatto e vi diciamo come è andata.

software per leggere il pensiero

Recensione di Psinto: Il sito è semplicissimo (probabilmente per essere utilizzato su ogni dispositivo dal PC al cellulare), una volta iscritti e pagata una quota si hanno a disposizione un certo numero di consultazioni. Abbiamo effettuato fino ad ora 4 consultazioni: le prime 2 non hanno dato un risultato entusiasmante, la terza però è stata veramente soddisfacente. La quarta prova l’abbiamo fatta su una funzione alternativa che ofre il sito, ovvero dopo aver descritto una situazione, ci suggerisce quale comportamento e atteggiamento tenere per risolverla al meglio ed è interessante. L’algoritmo necessita di alcune informazioni tipo: sesso della persona, posizione delle braccia oppure direzione dello sguardo e cose del genere. Fornite le informazioni è facile capire come il trucco sia quello di interpretare il linguaggio del corpo della persona obiettivo e lo fa anche bene, ma ancora migliorabile. Che aspettiamo ? Chiediamo a Psinto se quella ragazza la in fondo aspetta noi …   

Ulteriori test di Psinto: A distanza di diversi giorni, abbiamo proseguito i test con Psinto e le cose sono andate bene. Abbiamo eseguito i test in maniera più seria osservando persone a loro insaputa e poi “intervistate” e doppiamo dire che le risposte del sito sono spesso sorprendenti. Loro consigliano l’utilizzo direttamente dal cellulare mentre si osserva la persona: ed è proprio facendo così che i risultati sono i più azzeccati.

Novità Marzo 2013: Da questo momento PSInto è parte di questo sito. Ora PSInto ha anche una APP Android e presto Iphone e Win8. Tutto questo articolo, recensione e voto è stato scritto prima di questa acquisizione, ed era dovuto e onesto specificarlo.

Quindi quale voto ?: ***** Solo 4 stelline su 5. La 5 no perchè Psinto è a pagamento !


Come prevedere il futuro con la matematica

 

Come prevedere il futuro con la matematica ?

!!! Ci sono novità (leggi tutto)!!!. Questo progetto non ha nulla a che vedere con cartomanzia, magia o altro. Questo progetto punta allo scopo di come prevedere il futuro con la matematica seguendo una legge matematica, spieghiamo: ogni evento che si verifica è una conseguenza di un evento precedente, se conosciamo tutti gli eventi che influenzano il risultato possiamo sapere l’esito. Un esempio: mettiamo una pallina in cima ad una asticella come in figura: come prevedere il futuro con la matematica se soffiamo sulla pallina possiamo tutti immaginare il risultato: cadrà: abbiamo quindi fatto una previsione che per quanto semplice sia è comunque futuro. Dunque prevedere il futuro è possibile, ma… Veniamo al difficile: una pallina su una asticella è una cosa, ma prevedere cosa succederà nel futuro domani per esempio alle 15:12 è un’altra storia. Quindi procediamo con ordine da ora per prevedere cosa succede domani alle 15:12, elenchiamo i fattori che ora potrebbero influenzare altri eventi che a loro volta influenzeranno la previsione di domani a quell’ora. Impossibile ?. Si !. Allora facciamo così: se è vero che ogni singolo minimo evento futuro è influenzato da altri minimi eventi passati, allora possiamo procedere a ritroso e partendo dal risultato certo (adesso) e calcolando a ritroso cosa serve per ottenere quel risultato, dovremmo trovare gli eventi originari che, se sono uguali a quelli del tempo presente, allora confermeranno la previsione. Sembra fantascienza: non è proprio fantascienza. Le leggi chimiche, fisiche e dinamiche le conosciamo, quindi applicando una formula generale ad un evento risultante, possiamo trovare gli eventi originari e a cascata con innumerevoli calcoli troveremo gli eventi originari di diverso tempo prima. Quindi trovata la formula possiamo invertirla e applicarla a tutti gli eventi attuali e ricalcolando la formula su tutti i riultati trovati possiamo andare avanti all’infinito fino alle 15:12 (esempio) di domani e prevedere cosa succederà. Come trovare una formula generale di questo tipo: questa è la parte in fase di realizzazione e si fa così: ad un computer diamo un tot di eventi originari che sappiamo già produrranno un certo evento risultante. Il computer crea formule pseudo-casuali finchè non ne trova una il cui risultato si avvicina all’evento risultante. A questo punto il computer conserva la formula e prosegue modificandola leggermente in maniera pseudo-casuale fino a trovare il risultato esatto, a quel punto la formula viene testata automaticamente con altre casistiche di previsione e se il risultato è sempre esatto allora la formula è probabilmente trovata. A che punto è la ricerca della formula: ora penserete che sia tutta una sciocchezza, ebbene no ! Un PC è acceso nella stessa stanza in cui viene scritto questo documento e sta già lavorando a questo progetto. In pochi secondi il PC prova decine e a volte centinaia di formule diverse e lavora ininterrottamente 24h/g. Pensate quante formule vengono generate in un giorno. E in un mese?. Il PC attualmente lavora dall’inizio del 2011 e non è possibile dire quante migliaia di formule sono state già automaticamente generate, provate e scartate. Il risultato finale è probabilmente ancora lontano, ma non pensate che non ci siino dei progressi. E’ solo questione di tempo poi la formula verrà inevitabilmente trovata. Cosa facciamo dopo che abbiamo la formula: trovata la formula generale, inizieremo a calcolare ogni dato (evento) che al momento ci pare significativo, più ne diamo più preciso sarà il risultato. Poi calcoleremo a cascata ogni risultato trovato e per ogni istante calcolato quella sarà una previsione dalla quale possiamo ripartire ricalcolando fino al momento futuro desiderato. La previsione sarà tanto precisa quanti più dati di partenza sapremo fornire. Per i calcoli non ci sono problemi: immaginate di poter calcolare il futuro, quanti computers comprereste per poter concludere i calcoli ? Mettendo in parallelo un centinaio di PC moderni possiamo effettuare una mole di calcoli innimmaginabile e probabilmente sufficente ad ottenere il risultato tanto bramato ! Ed ecco la formula: Il progetto è stato sospeso e una formula decente è stata trovata. Ne parliamo quì a questo link. Vedremo le potenzialità della formula, come usarla, quali dati inserire e che strumenti usare. Una APP sarà presto pronta a questo link.