Interpretare il linguaggio del corpo

interpretare il linguaggio del corpoINTERPRETARE IL LINGUAGGIO DEL CORPO


Ho consultato decine di articoli, riviste e qualche libro. Interpretare il linguaggio del corpo è affascianante, da la senzazione di essere potenti. Quello che si impara è tutto vero, funziona. Il linguaggio del corpo non sbaglia, specialmente se involontario e privo da forzature.

Ma cos’è il linguaggio del corpo ? Il linguaggio del corpo è una forma di comunicazione involontaria, che il nostro corpo effettua per comunicare agli altri le nostre intenzioni, i nostri sentimenti, le nostre ansie e stati d’animo. E’ un linguaggio che non lascia tanti spazi all’interpretazione, nel senso che è ben preciso. I gesti prodotti sono chiari e indissolubili e se qualcuno ne conosce i segreti e ne percepisce tutte le sfumature, può veramente utilizzare questa comunicazione per confrontarsi al meglio nella società.

Ma a cosa mi serve saperlo interpretare ? Serve a capire gli altri e sopratutto a farsi capire. Qualcuno lo usa anche per influenzare i pareri altrui (es: uomini politici, scaltri venditori, latin lover, …). Ognuno lo usa come vuole, facendo attenzione a non cadere in pratiche losche di plagio. Una cosa è sicura: se conoscete il linguaggio del corpo vi potete accorgere se qualcuno lo usa contro di voi, altrimenti potreste subirlo. Una stuzzicante ipotesi di utilizzo dell’interpretazione è sicuramente quello di capire alcuni pensieri e stati d’animo di una persona. Qualcuno diceva: “sapere è potere” e sapere interpretare il linguaggio del corpo può effettivamente dare un qualche vantaggio.

Ma come ricordarsi tutti i significati dei gesti ? Bè … c’è ben poco da fare: bisogna studiare. Ci sono parecchi libri e siti. I libri sono buona cosa, si pagano, si leggono e danno buone e precise informazioni da studiare per poterle ricordare al momento del bisogno. I siti Internet sono tantissimi, ma quì le informazioni sono spesso caotiche, molto spesso copia e incolla da un sito ad un’altro, le pagine sono assediate da pubblicità e da cavolate varie che distolgono l’attenzione e non permettono all’utente di studiare, ma…

Per i più pigri: Per chi di studiare sui libri non ha tempo e voglia, c’è la possibilità di utilizzare il database online di PSInto, o una APP per Android  dove inserendo una sorta di descrizione dei movimenti di una persona ne restituisce l’interpretazione. Il database online si trova qui (ex www.psinto.net) e ne parlo meglio in questo articolo e anche un pò in questo.

Come leggere il pensiero

Come leggere il pensiero ? (articolo redatto prima che PSInto entrasse a far parte di questo sito stesso)

come leggere il pensiero Da anni scienziati, studiosi, maghi, psicologi tentano invano di capire come leggere il pensiero. Vengono scritti e venduti libri che io ho comprato, letto e spesso non capito o peggio inutili. Ho cercato sul web, ma trovo sempre dei copia incolla, sempre le stesse facce, gli stessi libri, edizione 2011, edizione 2012 con nuove immagini ecc, ecc. Anche io nel tentativo di informarmi sulle possibilità di come si possa leggere il pensiero ho speso soldi inutilmente, ma poi ormai rassegnato ho visto PSInto che da Marzo 2013 fa parte di questo sito. Ho visitato questo sito PSInto (ex www.psinto.net che da Marzo 2013 è stato acquisito direttamente su questo sito), ho pagato per poter consultare il database nello stesso modo e spirito di rassegnazione di come compro un libro di questo genere e sono rimasto sorpreso. PSInto non legge il pensiero, ma piuttosto legge il linguaggio del corpo, ma tuttavia spesso sorprende nelle risposte e ora grazie a questo sito PSInto gode di una APP a questo link (per ora il progetto è sospeso, in attesa di ampliamento). Giudizio: Devo dire che non è male (spiego meglio in questo post), non è una bufala, quello che viene proposto come servizio nel sito, è quello che poi viene dato. Voi fornite una descrizione della postura e altre cosucce della persona che osservate e il sito torna il suo “stato d’animo”. Non è che il sito legge veramente il pensiero, ma fornisce indicazioni circa le intenzioni attuali della persona e o come sta: se è a disagio, se pensa a qualcuno, se è interessata a noi, se è infastidita ecc. ecc. Consiglio ?  Provatelo ! Potrebbe essere quello che cercate. Per chi non vuole provare PSInto: Se volete diventare abili nel tentare di leggere il pensiero senza pagare psinto, le possibilità sono:
  1. Libri di psicologia
  2. Corsi di linguaggio del corpo
  3. Gira e rigira su Iternet alla ricerca di qualcosa nel caos
Con un paio di libri di qualità si può imparare qualche tecnica, ma ricordarsi poi tutto non è così facile… I corsi di linguaggio del corpo alla fin fine divertono sicuramente, ma io non li ho mai fatti quindi non li posso giudicare… Gironzolare su Internet porta solo alla confusione e non serve a niente (opinione personale).

Come vincere a Fifa 13

Come vincere a Fifa 13 ed evitare il momentum: Da indagini e prove sembrano risultare queste considerazion, ovvero: un vero e proprio momentum non esiste. Esistono però alcuni algoritmi e script per penalizzare una squadra secondo 4 motivazioni. Quindi se si accumulano più di una motivazione o addirittura tutte, vincere sarà molto difficile.

Motivazione 1:  Se nelle ultime 3 partite hai perso almeno 2 volte subisci 1 penalizzazione, probabilmente la motivazione è per il morale basso dei giocatori.

Motivazione 2: Se giochi spesso con una squadra votata all’attacco e segni poco o con troppa difficoltà, viceversa se giochi spesso sulla difensiva, ma perdi più partite di quelle che vinci utilizzando tale tattica, subisci una penalizzazione.

Motivazione 3: Giochi una partita di traguardo: passaggio di categoria, vinci il campionato, ti salvi, ecc. Questa penalizzazione ha come unico scopo di creare adrenalina e dura solo per quella partita.

Motivazione 4: Questa motivazione non è certa, ma sembra proprio che sia casuale. Cioè ad ogni partita può venire data una penalizzazione ad una delle dua squadre o a nessuna. Il significato è attribuire una sorta di giornata nera. Anche questa penalizzazione dura solo per quella partita e pare possa essere modificata durante l’incontro, a tale proposito sembra utile cambiare modulo nel momento giusto.

Conclusioni: Le penalizzazione possono venire sommate e se capita di giocare 4 penalizzazioni a zero, le cose si fanno proprio difficili. Quando una o più penalizzazioni incombono sulla nostra squadra i giocatori si posizioneranno male in campo, i contrasti diventeranno difficili, e la sfortuna piomberà su tutti i nostri tiri in porta e rimpalli.

Per vincere: Se giocate con tattica difensiva preoccupatevi solo di non prendere goal, non attaccate. Quando scegliete la tattica di attacco e non segnate nel giro di 1/3 di tempo tornate in difesa e aspettate un certo periodo prima di tornare con tattica d’attacco. Se avete il momentum contro cambiate modulo appena subito il primo goal e siete sotto.

Ah dimenticavo: Non siamo certi, ma sembra che abbandonare in anticipo le partite influenzi l’arrivo della penalizzazione per la motivazione 4 di cui sopra … CIAO !





Come prevedere il futuro con la matematica

 

Come prevedere il futuro con la matematica ?

!!! Ci sono novità (leggi tutto)!!!. Questo progetto non ha nulla a che vedere con cartomanzia, magia o altro. Questo progetto punta allo scopo di come prevedere il futuro con la matematica seguendo una legge matematica, spieghiamo: ogni evento che si verifica è una conseguenza di un evento precedente, se conosciamo tutti gli eventi che influenzano il risultato possiamo sapere l’esito. Un esempio: mettiamo una pallina in cima ad una asticella come in figura: come prevedere il futuro con la matematica se soffiamo sulla pallina possiamo tutti immaginare il risultato: cadrà: abbiamo quindi fatto una previsione che per quanto semplice sia è comunque futuro. Dunque prevedere il futuro è possibile, ma… Veniamo al difficile: una pallina su una asticella è una cosa, ma prevedere cosa succederà nel futuro domani per esempio alle 15:12 è un’altra storia. Quindi procediamo con ordine da ora per prevedere cosa succede domani alle 15:12, elenchiamo i fattori che ora potrebbero influenzare altri eventi che a loro volta influenzeranno la previsione di domani a quell’ora. Impossibile ?. Si !. Allora facciamo così: se è vero che ogni singolo minimo evento futuro è influenzato da altri minimi eventi passati, allora possiamo procedere a ritroso e partendo dal risultato certo (adesso) e calcolando a ritroso cosa serve per ottenere quel risultato, dovremmo trovare gli eventi originari che, se sono uguali a quelli del tempo presente, allora confermeranno la previsione. Sembra fantascienza: non è proprio fantascienza. Le leggi chimiche, fisiche e dinamiche le conosciamo, quindi applicando una formula generale ad un evento risultante, possiamo trovare gli eventi originari e a cascata con innumerevoli calcoli troveremo gli eventi originari di diverso tempo prima. Quindi trovata la formula possiamo invertirla e applicarla a tutti gli eventi attuali e ricalcolando la formula su tutti i riultati trovati possiamo andare avanti all’infinito fino alle 15:12 (esempio) di domani e prevedere cosa succederà. Come trovare una formula generale di questo tipo: questa è la parte in fase di realizzazione e si fa così: ad un computer diamo un tot di eventi originari che sappiamo già produrranno un certo evento risultante. Il computer crea formule pseudo-casuali finchè non ne trova una il cui risultato si avvicina all’evento risultante. A questo punto il computer conserva la formula e prosegue modificandola leggermente in maniera pseudo-casuale fino a trovare il risultato esatto, a quel punto la formula viene testata automaticamente con altre casistiche di previsione e se il risultato è sempre esatto allora la formula è probabilmente trovata. A che punto è la ricerca della formula: ora penserete che sia tutta una sciocchezza, ebbene no ! Un PC è acceso nella stessa stanza in cui viene scritto questo documento e sta già lavorando a questo progetto. In pochi secondi il PC prova decine e a volte centinaia di formule diverse e lavora ininterrottamente 24h/g. Pensate quante formule vengono generate in un giorno. E in un mese?. Il PC attualmente lavora dall’inizio del 2011 e non è possibile dire quante migliaia di formule sono state già automaticamente generate, provate e scartate. Il risultato finale è probabilmente ancora lontano, ma non pensate che non ci siino dei progressi. E’ solo questione di tempo poi la formula verrà inevitabilmente trovata. Cosa facciamo dopo che abbiamo la formula: trovata la formula generale, inizieremo a calcolare ogni dato (evento) che al momento ci pare significativo, più ne diamo più preciso sarà il risultato. Poi calcoleremo a cascata ogni risultato trovato e per ogni istante calcolato quella sarà una previsione dalla quale possiamo ripartire ricalcolando fino al momento futuro desiderato. La previsione sarà tanto precisa quanti più dati di partenza sapremo fornire. Per i calcoli non ci sono problemi: immaginate di poter calcolare il futuro, quanti computers comprereste per poter concludere i calcoli ? Mettendo in parallelo un centinaio di PC moderni possiamo effettuare una mole di calcoli innimmaginabile e probabilmente sufficente ad ottenere il risultato tanto bramato ! Ed ecco la formula: Il progetto è stato sospeso e una formula decente è stata trovata. Ne parliamo quì a questo link. Vedremo le potenzialità della formula, come usarla, quali dati inserire e che strumenti usare. Una APP sarà presto pronta a questo link.