Come salvare l’Italia dalla crisi

Come salvare l’Italia dalla crisi ? Un ingrediente della ricetta può essere il sistema pensionistico amalgamato a quello del lavoro.

Si, belle parole, ma come ? Applicando facilmente i seguenti metodi:

  • Ritardare il pagamento delle pensioni
  • Ridurre la disoccupazione
  • Rendere appetibili nuove assunzioni
Ah Ah Ah ! Come se nessuno ci abbia mai pensato ! Be … si potrebbe fare così:

  • A una certa età (da valutare) si va obligatoriamente in semi-pensione: si lavora metà ore e il datore non deve pagare i contributi. Ci guadagna lo stato che non paga la pensione, ci guadagna il lavoratore che incassa ugualmente (magari un poco meno lavorando meno) e ci guadagna il datore che non paga contributi.
  • La disoccupazione si riduce poichè una azienda con due persone in semi-pensione potrebbe liberare ore lavoro per una ulteriore assunzione.
  • Rendiamo appetibili le assunzioni, riducendo le tasse all’azienda di una piccola percentuale per ogni persona in più in organico. Si arriverebbe addirittura a situazioni in cui potrebbe convenire assumere anche se non si ha bisogno di nuovo personale.
Manca però una cosa: Queste proposte scritte quì velocemente, non sono campate in aria. Hanno dei fondamenti validi e certificati, ma manca ancora una cosa fondamentale per funzionare: i numeri. L’ eta di semi-pensione, l’eta di pensionamento, le percentuali di sgravio fiscale e tutti i numeri che susseguono sono da valutare attentamente e non lo può fare sicuramente questo articolo, ma se qualche esperto saprebbe farlo si facci avanti e commenti qualcosa quì sotto !

3 pensieri su “Come salvare l’Italia dalla crisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.