Come prevedere il futuro con la matematica


Come prevedere il futuro con la matematica ?


!!! Ci sono novità (leggi tutto)!!!. Questo progetto non ha nulla a che vedere con cartomanzia, magia o altro. Questo progetto punta allo scopo di come prevedere il futuro con la matematica seguendo una legge matematica, spieghiamo: ogni evento che si verifica è una conseguenza di un evento precedente, se conosciamo tutti gli eventi che influenzano il risultato possiamo sapere l’esito.

Un esempio: mettiamo una pallina in cima ad una asticella come in figura:
come prevedere il futuro con la matematica
se soffiamo sulla pallina possiamo tutti immaginare il risultato: cadrà: abbiamo quindi fatto una previsione che per quanto semplice sia è comunque futuro. Dunque prevedere il futuro è possibile, ma…

Veniamo al difficile: una pallina su una asticella è una cosa, ma prevedere cosa succederà nel futuro domani per esempio alle 15:12 è un’altra storia. Quindi procediamo con ordine da ora per prevedere cosa succede domani alle 15:12, elenchiamo i fattori che ora potrebbero influenzare altri eventi che a loro volta influenzeranno la previsione di domani a quell’ora. Impossibile ?. Si !. Allora facciamo così: se è vero che ogni singolo minimo evento futuro è influenzato da altri minimi eventi passati, allora possiamo procedere a ritroso e partendo dal risultato certo (adesso) e calcolando a ritroso cosa serve per ottenere quel risultato, dovremmo trovare gli eventi originari che, se sono uguali a quelli del tempo presente, allora confermeranno la previsione.

Sembra fantascienza: non è proprio fantascienza. Le leggi chimiche, fisiche e dinamiche le conosciamo, quindi applicando una formula generale ad un evento risultante, possiamo trovare gli eventi originari e a cascata con innumerevoli calcoli troveremo gli eventi originari di diverso tempo prima. Quindi trovata la formula possiamo invertirla e applicarla a tutti gli eventi attuali e ricalcolando la formula su tutti i riultati trovati possiamo andare avanti all’infinito fino alle 15:12 (esempio) di domani e prevedere cosa succederà.

Come trovare una formula generale di questo tipo: questa è la parte in fase di realizzazione e si fa così: ad un computer diamo un tot di eventi originari che sappiamo già produrranno un certo evento risultante. Il computer crea formule pseudo-casuali finchè non ne trova una il cui risultato si avvicina all’evento risultante. A questo punto il computer conserva la formula e prosegue modificandola leggermente in maniera pseudo-casuale fino a trovare il risultato esatto, a quel punto la formula viene testata automaticamente con altre casistiche di previsione e se il risultato è sempre esatto allora la formula è probabilmente trovata.

A che punto è la ricerca della formula: ora penserete che sia tutta una sciocchezza, ebbene no ! Un PC è acceso nella stessa stanza in cui viene scritto questo documento e sta già lavorando a questo progetto. In pochi secondi il PC prova decine e a volte centinaia di formule diverse e lavora ininterrottamente 24h/g. Pensate quante formule vengono generate in un giorno. E in un mese?. Il PC attualmente lavora dall’inizio del 2011 e non è possibile dire quante migliaia di formule sono state già automaticamente generate, provate e scartate. Il risultato finale è probabilmente ancora lontano, ma non pensate che non ci siino dei progressi. E’ solo questione di tempo poi la formula verrà inevitabilmente trovata.

Cosa facciamo dopo che abbiamo la formula: trovata la formula generale, inizieremo a calcolare ogni dato (evento) che al momento ci pare significativo, più ne diamo più preciso sarà il risultato. Poi calcoleremo a cascata ogni risultato trovato e per ogni istante calcolato quella sarà una previsione dalla quale possiamo ripartire ricalcolando fino al momento futuro desiderato. La previsione sarà tanto precisa quanti più dati di partenza sapremo fornire. Per i calcoli non ci sono problemi: immaginate di poter calcolare il futuro, quanti computers comprereste per poter concludere i calcoli ? Mettendo in parallelo un centinaio di PC moderni possiamo effettuare una mole di calcoli innimmaginabile e probabilmente sufficente ad ottenere il risultato tanto bramato !

Ed ecco la formula (ottobre 2013): Il progetto è stato sospeso e una formula decente è stata trovata. Ne parliamo quì a questo link. Vedremo le potenzialità della formula, come usarla, quali dati inserire e che strumenti usare. Una APP è già pronta a questo link.